Ducati Pantah 500 1980. By Baddo e Giordano Loi

“Nel 1980 viaggiavo con un Ducati 250 Mark 3, il Pantah era solo uno dei tanti desideri, irraggiungibile per un giovane artigiano con due figli piccoli…
Trent’ anni dopo riesco ad acquistarne uno ridotto ad un rottame, abbandonato sotto le intemperie, la ruggine, l’alluminio completamente ossidato, aveva trasformato quel sogno in uno sbiadito fantasma. C’è voluta una lunga notte rischiarata da un bicchiere di cannonau, per prendere coraggio e lentamente, smontare, lucidare, cromare, in un inverno, fino a ridare lustro al Pantah 500, il cui risultato può essere a tratti discutibile, ma mai banale”.Caratteristiche tecniche: Avantreno completo di derivazione monster S4 r, faro proveniente da una fiat “Ritmo”, monoscocca in vetroresina, cerchio posteriore di Yamaha tzr r 125, ammortizzatori revisionati, teste sabbiate, semicarter lucidati specchio. Motore standard.
Foto by Alessandro Spanu